presenta

in Collaborazione con

Dallo Sbarco degli Alleati in Sicilia nel 1942 alle stragi di mafia del 1992-1993 , Streaming Tips in collaborazione con Ciao Rino Associazione Interculturale Perugia, ti offre una selezione di film e di documentari che oltre impegnarti gradevolmente il tempo durante la tua estate, potranno farti capire meglio tante cose su chi siamo davvero "Noi Italiani"

INIZIATIVA PATROCINATA DA


"ilPopolodItalia.Org"

BUONA VISIONE

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

1942 I NUOVI ALLEATTI

new york

FINO AL 1942 LE SORTI DELLA GUERRA VOLGEVANO IN FAVORE DEI TEDESCHI, QUALCOSA NEL BEL MEZZO DEL CONFLITTO CAMBIO' GLI EQULIBRI E LE SORTI DELLA VITTORIA. INCISIVO COME NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE FU L'INTERVENTO DI "ITALIANI"

DOCUMENTARIO

LUCKY LUCIANO

IL PRIMO UOMO AL MONDO A PRONUNCIARE IL TERMINE : " COSANOSTRA"

1947 OMICIDIO ACCURSIO MIRAGLIA

SICILIA

Il giorno della civetta è un romanzo di Leonardo Sciascia, terminato nel 1960 e pubblicato per la prima volta nel 1961 dalla casa editrice Einaudi. Il racconto trae lo spunto dall'omicidio di Accursio Miraglia, un sindacalista comunista, avvenuto a Sciacca nel gennaio del 1947 ad opera della mafia di Cosa Nostra.

1947 LA PRIMA STRAGE DI STATO

IL MASSACRO DI PORTELLA DELLA GINESTRA , PALERMO

SEGRETI DI STATO

Nel corso del processo alla banda di Salvatore Giuliano per la strage di Portella della Ginestra - che si è svolto nel 1951 a Viterbo - un avvocato, non del tutto convinto dai risultati dell'inchiesta, decide di condurre segretamente e per proprio conto delle indagini.

TRA I MANDANTI DELLA STRAGE, FU FATTO AL PROCESSO DI VITERBO IL NOME DI MARGHERITA BONTATE PER 4 LEGISLATURE PARLAMENTARE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SORELLA DEL PRIMO CAPOMAFIA UFFICIALMENTE RICONOSCIUTO DALLA STORIA IN SICILIA A SEGUITO DELLA LIBERAZIONE DAL NAZI FASCISMO E LA NASCITA DELLA REPUBBLICA E BERNARDO MATTARELLA, PADRE DI PIERSANTI.

1962 IL BANDITO GIULIANO

IL COLONNELLO DELLA CIA SEPARATISTA

SICILIA

Salvatore Giuliano è un film del 1962 di Francesco Rosi. Il film è un'inchiesta sui fatti che hanno condotto alla morte del bandito siciliano Salvatore Giuliano, rinvenuto a Castelvetrano la mattina del 5 luglio 1950.

1973 IL PRIMO PENTITO DI MAFIA

"Io...penso che la mafia si può battere...che lo stato sia più forte della mafia...NON si può mettere la mafia contro lo stato!"

Queste parole sono state pronunciate da Leonardo Vitale, il primo vero pentito di mafia in un'intervista televisiva rilasciata alla fine del 1983. Appena un anno prima del suo omicidio.Qualche anno piu' tardi, sotto intercettazione telefonica proprio Totò Riina dichiara: "Se non avessimo avuto dalla nostra parte quei politici, lo Stato ci avrebbe schiacciato come dei vermi".

1978 DELITTO MORO

ROMA

è un film del 1986 diretto da Giuseppe Ferrara, tratto dal libro del 1982 I giorni dell'ira. Il caso Moro senza censure di Robert Katz, coautore anche della sceneggiatura. Fu il primo film a narrare l'intera vicenda del rapimento di Aldo Moro, con l'interpretazione di Aldo Moro affidata a Gian Maria Volonté. Il film è assolutamente neutrale, gli stati d'animo del presidente sono quelli che si evincono dalle lettere scritte da lui stesso.

Piazza delle Conque Lune

Il video del rapimento di moro, PRESENTE ALL'INTERNO DEL FILM, non è una ricostruzione cinematografica, ma la regia del film "americana" è entrata in possess di un filmato genuino dell'epoca, quantomeno a dire della magistratura che lo ha periziato; in buona sostanza in via Fani quel giorno c'erano proprio tutti, tranne chi doveva esserci: GIUSTIZIA E VERITA' PER ALDO MORO

1978 PEPPINO IMPASTATO

CINISI, PALERMO

Giuseppe Impastato, meglio noto come Peppino, è stato un giornalista, conduttore radiofonico e attivista italiano, membro di Democrazia Proletaria e noto per le sue denunce contro le attività di Cosa Nostra, a seguito delle quali fu assassinato il 9 maggio 1978.

1979 PIZZA CONNECTION

PALERMO-NEWYORK

Pizza Connection fu un'inchiesta giudiziaria sul traffico di droga condotta negli Stati Uniti d'America dal Federal Bureau of Investigation tra il 1979 e il 1984 capitanata da Rudolf Giuliani e La Procura della Repubblica di Palermo rappresentata dal GIUDICE GIOVANNI FALCONE ,che mise allo scoperto la fitta rete di traffico di stupefacenti realizzata dalla mafia siciliana negli Stati Uniti d'america.

1982 OMICIDIO DALLA CHIESA

PALERMO

Boris Giuliano, capo della Squadra Mobile di Palermo, viene ucciso la mattina del 21 luglio 1979 dentro un bar da un killer solitario. Cesare Terranova, giudice istruttore del tribunale di Palermo, viene ucciso il 25 settembre 1979, sotto casa sua, insieme al Maresciallo di Pubblica Sicurezza Lenin Mancuso.

1982 OMICIDIO CALVI

LONDRA

Il film narra le vicende dello scandalo del Banco Ambrosiano, legato soprattutto alla figura di Roberto Calvi. Lo scandalo esplose come un caso intricato e denso di misteri che coinvolse il mondo finanziario milanese, il Vaticano, la loggia massonica P2, i servizi segreti italiani e inglesi, il mondo della politica, la mafia e la banda della Magliana. La pellicola narra nel dettaglio tutti questi legami, cercando di ricostruire gli eventi e gli intrecci, senza dispensare nomi ed episodi. Il film termina con la morte di Calvi sotto il ponte dei Frati Neri a Londra, sostenendo apertamente l'ipotesi di omicidio.

«Calvi fu strangolato da Francesco Di Carlo su ordine di Pippo Calò. Calvi si era impadronito di una grossa somma di danaro che apparteneva a Licio Gelli e a Pippo Calò. Prima di fare fuori Calvi, Calò e Gelli erano riusciti a recuperare decine di miliardi e, quel che più conta, Calò si era tolto una preoccupazione perché Calvi si era dimostrato inaffidabile >>

1992 LA TRATTATIVA

SICILIA

Il film è un racconto di alcuni episodi della storia italiana dagli anni novanta in poi, definiti come trattativa stato mafia. Attori ed attrici interpretano alcune figure del periodo: mafiosi, massoni, agenti dei servizi segreti, alti ufficiali, magistrati, politici, vittime e persone oneste.

TRA IL 1992 E IL 1994 LA MAFIA MISE A SEGNO DUE COLPI IMPORTANTISSIMI CON L'UCCISIONE DEI GIUDICI FALCONE E BORSELLINO; PROPRIO QUET'ULTIMO INDAGAVA SU "MANGANO" TESTA DI PONTE DI COSANOSTRA IN LOMBRDIA ,NEGLI ANNI 70/80 E DOMICILIATO A CASA DI UN GIOVANE IMPRENDITORE ,CHE NON HA MAI VOLUTO RACCONTARE COME HA ACCUMULATO LA SUA FORTUNA: SILVIO BERLUSCONI E LA FININVEST

1992 STRAGE DI CAPACI

PALERMO

La strage di Capaci fu un attentato di stampo terroristico - mafioso compiuto da Cosa Nostra il 23 maggio 1992 nei pressi di Capaci con una carica composta da tritolo, RDX e nitrato d'ammonio con potenza pari a 500 kg di tritolo, per uccidere il magistrato antimafia Giovanni Falcone

1992 STRAGE DI VIA D'AMELIO

PALERMO

Le indagini del pool portano a due chimici francesi, assoldati per raffinare un'enorme quantità di morfina acquistata in Turchia e destinata ad essere rivenduta come eroina. Si scopre poi che le più importanti banche sono coinvolte nel riciclaggio del denaro proveniente dallo spaccio della droga

1993 STRAGE DEI GEORGOFILI

FIRENZE

La strage di via dei Georgofili è stato un attentato terroristico compiuto da Cosa nostra nella notte fra il 26 e il 27 maggio 1993 tramite l'esplosione di un'autobomba in via dei Georgofili a Firenze, nei pressi della storica Galleria degli Uffizi.

1994 FORZA ITALIA

MARCELLO DELL'UTRI, MASSONE CONDANNATO PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA FONDA IL PARTITO CHE PORTERA' SILVIO BERLUSCONI A GOVERNARE L'ITALIA

Streaming Gratis

SPONSOR

Mascherine Protettive

www.CarWap.it